martedì 11 novembre 2014

ACQUA

Acqua come la pioggia che sta cadendo copiosa in questi giorni

Acqua necessaria ed indispensabile per il nostro corpo

Acqua ... del mare,sicuramente la più rilassante

Acqua clorata...la mia preferita

e già, ne è passata di "acqua" sotto i ponti dall'ultimo post...

Un piccolo ma fastidioso infortunio mi costringe ferma dalla corsa da dopo la Mezza Maratona di Bologna, dove ho ricevuto sul palco il riconoscimento come prima atleta donna Avis arrivata al traguardo.





La mia testa macinava già l'idea (almeno da giugno) di ricominciare a nuotare un po' più seriamente...quindi prendo al volo l'occasione degli orari più agevoli delle mie lezioni in piscina del sabato, per tornare ad iscrivermi nella mia Società di Nuoto Master.

Allenamento una sola volta a settimana, supportato da altre due sedute di nuoto libero.

Poco direte voi...abbastanza vi dico io...soprattutto alla luce dei risultati ottenuti alla prima gara dell'anno.

Domenica 9 novembre, Saronno....sono agitata come da tempo non mi succedeva più.

Il corpo ha una memoria muscolare fantastica, stesse sensazioni ed emozioni all'entrata in vasca.

Ripasso come per un esame tutte le azioni da fare: riscaldamento, preparazione (cuffia, occhialini, tesserino), prechiamata, chiamata, blocchetto, fischio triplo, fischio singolo, a posto... tuffo...

Non mi sono dimenticata niente...sono diligente per quanto riguarda lo sport...

Le mie gare di oggi: 100 dorso e 100 Stile.

Il dorso sicuramente non è uno degli stili a me congeniali, ma in questo periodo di cinque anni di stop dal nuoto "serio" ho nuotato solo a dorso e a stile libero...per di più in una gara a dorso non mi devo tuffare...e per me è l'ideale per rompere il ghiaccio.

Il tempo a fine competizione è il migliore che io abbia mai fatto nella mia carriera da Master...e... medaglia di bronzo per oggi...


100 stile libero... via senza pensarci... non sono molto a mio agio nella corsia centrale... mi devo riabituare a certe sensazioni, devo riprendere una corretta postura in acqua...

il tempo????... non il migliore, ma di un secondo più veloce rispetto all'ultima gara fatta su questa distanza.

Che dire...cinque anni di pausa mi hanno fatto più che bene...

E ora spero di recuperare la stessa efficienza quando riuscirò a ricominciare a correre....

lunedì 4 agosto 2014

PREMANA 2014

"Mai più...salire salgo... non ero neanche in una brutta posizione in classifica...ma la discesa... la discesa è tutta un'altra storia..."

L'anno scorso dopo questa dura gara (tra l'altro io ho fatto la mini skyrace) mi ero ripromessa di non tornarci  mai più...

Per poi ritrovarmi, subito dalla settimana successiva, a pensare a come poter allenare la discesa e a fare di meglio l'anno successivo...

Quest'anno la mia iscrizione alla gara era dovuta solo alla conferma della presenza di Kilian ... dopo aver letto il suo libro e seguito le sue imprese su internet ... me ne sono innamorata...

Innamorata della persona, della sua semplicità disarmante, della sua facilità nel portare a termine imprese eccezionali ...

Io quest'anno sono andata a Premana per questo:




...e sono stata molto soddisfatta di come si è svolta la giornata...

...nonostante la gara resa ancor più faticosa dalle continue piogge di quest'anno, nonostante le mie tre cadute, nonostante il tempo finale peggiorato rispetto all'anno scorso ...

...io porto nel cuore questo sorriso di ragazzo semplice che fa cose straordinarie...

Grazie Kilian...

giovedì 24 luglio 2014

PERCHE' ... ????

Perchè....la domanda sorge spontanea.

Perchè se sei un mediocre nuotatore ti infili sempre nella corsia veloce???...

Perchè adesso che sei nella corsia veloce non ti sposti quando ti tocco i piedi???

Perchè parti subito prima della mia virata???...

Non è che se infili un paio di palette devi per forza andare più veloce di me...soprattutto se non sai neanche cosa vuol dire spingere l'acqua...

Non è che se io sto facendo solo gambe (si va beh lo ammetto...con le pinnette)... il tuo stile completo ti permette di starmi davanti senza farmi arrancare...

Non è che se hai un orologio al polso per contare le pause tu sappia qualche nozione sensata di allenamento in acqua...

Alla fine ieri sera tagliando e recuperando vasche ho sicuramente nuotato più di 3km...e nonostante tutto in meno di un'ora...

Voglio una corsia tutta mia!!!!!!!!!!

mercoledì 2 luglio 2014

TRE - 3

Dovrebbe essere il numero perfetto... 

Sicuramente lo è per noi... 3 donne in gara, 3 amiche che hanno imparato in questi mesi a conoscersi e rispettarsi, 3 persone talmente diverse che probabilmente al contrario non avrebbero raggiunto una tale intesa come l'abbiamo raggiunta noi in così poco tempo...3 posto in classifica femminile, 30 in classifica generale...

La Monza Resegone non perdona... e tutto, anche tutte le cose che ho scritto sopra, le capisci e visualizzi solo durante la gara.




Ti fidi e ti affidi alle altre.

Seconda volta su questa distanza, prima volta in squadra di sole donne. 
Questa è stato il mio "blocco mentale" fin dall'inizio.

Logicamente i giorni prima della gara avevo dolori ovunque...schiena, gambe, piedi, testa, braccia...e tutti a rassicurarmi... 

Il sabato mattina avrei preferito starmene in disparte a casa, tranquilla e da sola, non è stato così e questo non ha fatto altro che aumentare la mia ansia.

In Arengario durante l'attesa della partenza si ride e si chiacchiera a volontà... in un momento in cui per me si mischia la corsa con il nuoto, incontro infatti con piacere tanti compagni di master - nuoto cimentarsi in questa avventura.

E tra una foto goliardica e l'altra è il momento di mettersi in fila.... 



A.A.A. --- è arrivato il nostro momento... 

Personalmente penso che l'istante in cui sali su quella pedana sia uno dei più belli, una scarica di adrenalina da paura... di cui poi non puoi farne più a meno...

3-2-1- via ... che si va...

All'inizio cerchiamo di rispettare il passo scelto per non strafare, ma sento subito che c'è qualcosa che non va nella mia corsa, non è bella e neanche naturale...

Ad Arcore appuntamento con mamma, papà e quest'anno anche Mauro e il mio amico Carlao...proseguiamo e a Ronco prima del sottopasso gli sponsor ad incitarci e stappare in nostro onore una bella bottiglia di prosecco...

Al sottopasso primo capitombolo ci sorpassa la squadra più forte (Cereda Calzature) e noi superiamo a nostra volta la squadra Me.Pa femminile in crisi ...

Quindi a questo punto siamo formalmente seconde..bene... piano piano nella mia testa si insinua questo tarlo che mi prende lo stomaco e non mi permette più di bere...nè di integrare a dovere... sono infatti consapevole di essere l'anello debole della squadra... e questo non fa che peggiorare le cose... 

A Cernusco Lombardone incontro il mio carissimo amico Carlo che poi ci accompagnerà come anche il "nostro" Cecco, compagno di avventura l'anno scorso, fino a Calolziocorte.

La salita di Cicognola quest'anno mi sembra interminabile ... e lo è a tutti gli effetti ... 

Primi segni di crisi .. il mio stomaco... e la maglietta bagnata messa sopra non è proprio il massimo...

Ma silenzio e proseguiamo... 

Eccoci ...  Calolzio..ponte... e prime salite... cambio maglia e, come prassi, bevuta di coca cola... che devo dire la verità un po' mi "libera"...

Ma non essendo riuscita a prendere il secondo gel le mie forze si stanno spegnendo...non la testa però e con cocciutaggine, costringendo un po' le mie compagne a frenarsi, si continua a salire... 



Erve...finalmente...altra Coca...un vero toccasana in questi momenti... e via ponticello...sentiero...

Iniziamo a salire e tac mi entrano i crampi a livello del ginocchio interno, in entrambe le gambe, un dolore mai avuto sino ad ora... stringiamo i denti...e arrampichiamoci...

Quando però i crampi prendono i polpacci ... tutti e due ... non si può far altro che fermarsi e aspettare e tirando... aspettare, sperando che i due non rimangano incazzati troppo a lungo... 

Ma ecco che mentre son ferma, ci sorpassa la squadra di Affari&Sport...

Ecco ... come spiegare come mi sono sentita in quel momento ... non ci riesco... ancora dentro di me non trovo le parole... se non m...a!!!!

Una cosa c'è da fare ora...salire e cercare di arrivare il più in fretta possibile, possibilmente tenendo a bada i miei polpacci fino a su....

Finalmente il sentiero un po' spiana, siamo vicine... ci prendiamo per mano e facciamo l'ultima salita così... 



Arrivate in capanna ho una gran voglia di piangere...più per disperazione che per felicità... 

Le mie compagne comunque non potevano usare parole migliori per spronarmi e per "consolarmi" ... e comunque in effetti senza quella mia gran forza di volontà di superare tutti gli inconvenienti succedutisi in una sola sera, noi non avremmo raggiunto neanche il traguardo finale...

E invece eccoci qui... terze ... e con il pensiero che durante la discesa già andava alla gara dell'anno prossimo...



Perchè questa gara è pura sofferenza e fatica, ma una volta che inizi a correrla non ne puoi fare a meno... 

Io amo la Monza Resegone... 

lunedì 23 giugno 2014

MONZA RESEGONE 2014

Terzo posto ... con un po' di amaro in bocca... colpa mia e dei miei crampi...
Grande squadra ... soprattutto nei momenti di difficoltà.-...
Grazie amiche mie


martedì 17 giugno 2014

PETTORALE N. 6

Anche quest'anno ci siamo...

Quest'anno siamo una terna tutta al femminile e questo mi mette non poca agitazione.

Pettorale n. 6, oramai quel che è fatto è fatto...logicamente da buona ultima settimana inizio a sentire tutti i dolori muscolari del mondo... inizio a divorare kg di pasta... e... ho paura...

Ma nello stesso tempo tempo non vedo l'ora di sabato ... 21 giugno... la notte più lunga dell'anno... in tutti i sensi...

lunedì 5 maggio 2014

APRILE 2014

Dopo la maratona di Roma l'idea era di partecipare anche a quella di Milano...ma a sole due settimane dalla prima fisicamente non ho retto.
Anche perchè personalmente i dolori post maratona li accuso molto proprio la seconda settimana dopo la gara.

Allora via ...



regalo il mio pettorale ad un mio carissimo amico e vado a correre al parco in scioltezza con i miei amici.

Il 13 aprile invece ero iscritta alla Monte Baldo Running, piccolo trail a due passi da casa.
Ma sì dai, mi dico, sono solo 12km con dislivello neanche così proibitivo, cosa vuoi che sia...


Bellissima gara e ottima organizzazione... e come ho imparato dall'anno scorso (quando per la prima volta ho fatto una gara in montagna) io salgo...salgo...fatemi solo salire... potrei abbracciare il signore da tanto mi piace la salita...in discesa invece...che vergogna....
E non mi limito a rallentare...no...io mi fermo da buona samaritana e faccio passare tutti quelli che sento arrivare dietro di me... si sa mai che scivolano ed io ci vado di mezzo!!!!...

Comunque alla fine sono risultati 14km, chiusi in un'ora e trenta... classificata fra le prime 10 donne...


Intanto fra pasqua e ponti vari arriva la notizia dell'iscrizione della nostra squadra alla Monza Resegone...e per questo decido, al posto che andare a Cernusco Lombardone da sola, di andare a Sarnico a correre con una delle due mie compagne di avventura.

Quindi iscrizione all'ultimo giorno e via ... incuranti delle previsioni che davano brutto tempo...

E' stata invece una giornata nuvolosa e non calda ideale per questa distanza.
Io e anna l'abbiamo corsa tutta insieme, con passaggio alla mezza da quasi pb...e dire che all'inizio le avevo confessato che non volevo soffrire tanto...ma insomma parliamoci chiaro... non ci si iscrive ad una gara se non si vuole soffrire un po'....

Beh traguardo raggiunto in un'ora e 48 minuti... non male come prima uscita dell'anno assieme...

Per maggio boh...non ho programmato nessuna gara vedremo l'evolversi della situazione..